miércoles, 30 de abril de 2008

Si alguien habla bien el italiano, se imploran correcciones

Sento il solletico al mio collo
e rendo in conto che la mia pelle manca di tuoi labbra
e di quella sensazione quando baci
la mia mano sinistra e la mia spalla e il mio collo
e la mia guancia e la mia fronte
e i miei seni
con quella bocca tua che sappe far sentire la mancanza


Sento il ardore alla mia pelle
lì dove tuoi mani hanno stato e non stanno più
ai miei bracci
la mia vita la mia faccia
il mio ventre i miei coscie la mia schiena
lì dove la mia pelle manchia di sfiore di tuoi dite
lì dove hai marcato in fuoco tuoi impronta


Sento il vuoto agli orecchi
perche manche di la tua voce il tuo riso i tuoi sussurri
i tuoi t'amo che mi rubano l'alito
Sento il vuoto agli occhi
perche manche di la lucentezza di tuoi occhi
e il tuo sorriso e il tuo modo di guardarmi


Io so
che mi manchi molto
che il mio alito ha sete d'il tuo alito
e che il mio corpo sente la mancanza d'il tuo corpo
- alla follia dolce e quasi dolorosa -
che io seguirò mancando a te
finché il mondo cadere al suo luogo
e miei labbra trovano la tua bocca
e i tuoi bracci il mio corpo
e i miei occhi i tuoi
per allora tornare a essere perduti
l'un nel l'altro.

No hay comentarios:

Publicar un comentario